Organizzare e semplificare: come ritrovare tempo ed energie

"Il mio problema è che non ho tempo e sono sempre di corsa." Se ti ritrovi in questa frase, lo capisco a pieno e questo articolo è pensato per te. Vediamo insieme come imparare ad organizzare tempo ed energie per semplificare le tue giornate, così da ritrovare spazio per te stessa.

Stai organizzando il tempo o le energie? Parti da qui

Prima ancora di entrare nel cuore dell’organizzazione, vorrei vedere insieme la differenza tra gestione del tempo e delle energie.

Spesso, infatti, ci limitiamo ad organizzare le nostre ore così che si incastri tutto al meglio, e ci dimentichiamo di gestire le nostre energie. Inevitabilmente finiremo per sentirci esauste, stressate ed entreremo nel circolo vizioso della pianificazione perfetta.

Vediamo quindi di fare chiarezza:

  • La gestione del tempo si riferisce alla pianificazione della nostra “tabella oraria”. In pratica, quando porteremo a termine i vari task.
  • La gestione delle energie si riferisce invece a come decidiamo di investire le nostre energie mentali e fisiche in base ai nostri impegni.

Se, ad esempio, voglio pianificare un allenamento di 30 minuti e mi limito alla gestione del tempo, cercherò uno slot libero di 30 minuti durante la giornata. L’opzione più comune è post-lavoro prima di cena. Se, invece, considero anche la gestione delle energie, non mi basterà avere un momento libero ma mi dovrò chiedere se avrò le giuste energie per il mio allenamento. A quel punto può darsi che l’opzione post-lavoro non sia più l’ideale.

Mano a mano che ti addentri in questo articolo, quindi, ricordati sempre che stiamo valutando entrambi gli aspetti: tempo ed energie.

Cosa si pensa parlando di organizzazione

Di solito, infatti, quando si parla di organizzazione si pensa alla pianificazione accurata dei vari impegni nero su bianco, con agenda e calendario.

Questo concetto di organizzazione effettivamente non fa per tutte, perché può portare stress e innescare molti meccanismi vissuti come auto-sabotanti, in primis il perfezionismo. Inoltre, ci sono periodi dell’anno o della vita più impegnativi in cui un’organizzazione più leggera può essere d’aiuto.

La vera chiave è organizzare per semplificare

Vorrei introdurti ad un modo diverso di vedere l’organizzazione: l’organizzazione è tutto ciò che ti semplifica la vita.

In qualsiasi forma essa sia, deve quindi essere uno strumento che ti permette di alleggerire le giornate e muoverti con più facilità verso la tua visione. Va da sé che se percepisci un certo modo di organizzare come ulteriore forma di stress, beh, quella modalità non fa per te.

Come iniziare nella pratica ad organizzare

Sulla gestione del tempo e delle energie, sulle tecniche di pianificazione nella vita e nella cucina ci sarebbe davvero molto da dire e puoi trovare molti consigli ed esercizi pratici da cui iniziare nelle mie newsletter.

Oggi però vorrei darti degli strumenti per fare i primi passi nel passare da organizzazione stressante a semplificazione.

Ecco quindi i primi passi pratici da fare.

#1 Metti a fuoco la tua visione

Tutti abbiamo 24 ore a disposizione, ciò su cui possiamo agire è dove decidiamo di investire le nostre ore.

Se senti che le giornate ti scorrono via, è molto probabile che tu non stia investendo al meglio il tuo tempo.

O in altre parole, è probabile che le tue attività quotidiane non siano in linea con la tua visione e direzione. Insomma, il primo passo da cui partire è avere chiara la tua direzione, così da stabilire le tue priorità.

Se non hai già una visione, non preoccuparti, alla fine dell’articolo trovi un post dedicato a questo.

#2 Trova cosa assorbe il tuo tempo e le tue energie

Il secondo passo è capire cosa riempie le tue giornate. Un passo di self-assessment per prendere consapevolezza di cosa puoi semplificare ed alleggerire.

Un esercizio molto facile da cui puoi partire è quello di mettere nero su bianco una tua settimana, ad esempio quella appena passata, proprio come se la riportassi in un’agenda. Partendo dal risveglio, scrivi orari ed impegni vari (e non scordarti i tempi morti come la sveglia rimandata o qualche minuto sui social).

# 3 Riconosci cosa è (e non è) in linea con i tuoi sogni

Ora che hai davanti il foglio con le tue attività quotidiane, distingui tutte quelle che sono in linea con la tua visione e che, quindi, ti aiutano a muoverti verso i tuoi sogni. Puoi, ad esempio, evidenziare di due colori diversi i vari impegni e passatempi: un colore per quelli allineati con te e uno per gli altri.

#4 Passa all’azione e alleggerisci

Adesso è ora di semplificare! Parti dalle attività non allineate e prova a chiederti:

  • Posso eliminarne alcune?
    Ad esempio alcune soluzioni molto semplici da cui partire possono essere diminuire il tempo sui social o le volte in cui rimandi la sveglia. Ma anche lasciar andare quell'attività sportiva che proprio non ti piace o quella frequentazione che non ti fa stare bene.
  • Posso semplificarne alcune?
    Potresti raggruppare attività simili per ottimizzare i tempi e organizzare meglio impegni che ti portano via molto tempo. Un esempio può essere la preparazione dei pasti in anticipo o l’organizzazione del lavoro a blocchi.

Ora dovresti avere un’idea molto più chiara di dove va a finire il tuo tempo e dovresti aver fatto un po’ di spazio durante la giornata eliminando il superfluo.

Da qui potrai iniziare per riorganizzare.

Questo è lo step che richiede più tempo e, soprattutto, un po’ di tentativi. Come ti accennavo all’inizio, non si tratta solo di incastrare il tutto, ma anche di capire quando hai le energie giuste per i vari impegni.

Giada Fierabracci - Dietista non prescrittiva

Che bello averti qui

Sono Giada Fierabracci, dietista non prescrittiva con due anime: una da scienziata e una più umanistica. Nel lavoro queste due metà si intrecciano per ricostruire insieme il rapporto con il cibo e il corpo, libero dalle pressioni del mondo. Da qualche anno lavoro come libera professionista, per lo più online, con al fianco la mia assistente a quattro zampe Ellie

Chi sono

Vuoi fare un passo in più?

Ho preparato una raccolta di doni per te, dedicati al tuo rapporto con il cibo e il corpo. Che tu sia paziente o professionista, troverai nuovi sguardi e aiuti. Tra lezioni, pratiche guidate, romanzi e poesie... riscriveremo insieme la sfera del cibo e del corpo. Nel tuo mondo personale o professionale.

sbircia i doni

Post correlati

Perdite di controllo: capirle, capirsi, pendersi cura

Oggi parliamo di perdite di controllo nel cibo, un tema che mi sta molto a cuore e che torna spesso nello spazio di cura. Come riconoscerle? Che bisogni possono racchiudere? Quali attenzioni e passi terapeutici possono aiutare? Una cosa, come dietista, che ho imparato nel tempo è: ogni persona ha un'idea e un'esperienza diversa di […]

Leggi il post
Difficoltà ad ascoltarsi nel cibo: cultura della dieta, grassofobia ed eredità familiare

Oggi parto dalle parole che sono arrivate da una di voi, parole che tornano spesso anche negli spazi di cura insieme quando parliamo di cultura della dieta. Quindi ho pensato fosse prezioso entrarci insieme. “Sono arrivata ad un punto in cui ho capito che devo ritrovare cosa mi fa stare bene nel cibo. Ma non […]

Leggi il post
come sulla pelle - una lettera dedicata alle storie che ci portiamo dentro su cibo e corpo - come sulla pelle - una lettera dedicata alle storie che ci portiamo dentro su cibo e corpo - Un tea insieme. Parole su cibo e corpo

"Come sulla pelle", una lettera dedicata alle storie che ci portiamo dentro su cibo e corpo

Due volte al mese, ti scrivo raccontando esperienze, conoscenze scientifiche, strumenti pratici ed ispirazioni. Partiamo dalle storie, quelle che ci entrano dentro e che sentiamo addosso, come sulla pelle. Per andare sempre più in profondità nel tuo rapporto con il cibo e il corpo.

Dice Hillman “Le parole sono come cuscini: quando sono disposte nel modo giusto alleviano il dolore”. Una newsletter, quella insieme, in cui parola dopo parola le storie diventano finestre: per avvicinarci, conoscerci, prenderci cura.

Vuoi prendere questo tea insieme?

Una lettera, da me per te

Una newsletter da leggere con un tea caldo, al risveglio, come ultima coccola della settimana per ritrovare un rapporto nel cibo e nel corpo sempre più consapevole, sereno, libero.

iscriviti alla newsletter

Sono Giada, dietista non prescrittiva con due anime: una da scienziata e una più umanistica. Nel lavoro queste due metà si intrecciano per ricostruire insieme il rapporto con il cibo e il corpo, libero dalle pressioni del mondo.

info@giadafierabracci.com
© 2024 Giada Fierabracci - Dietista Nutrizionista Online | Ordine TSRM PSTRP n.81 | PIVA 01942600493
Privacy Policy & Notice | Aggiorna preferenze cookie | Termini e condizioni
Web design Miel Café Design | Foto Giui e Deerspensa | Brand identity Giulia Son | SEO La Scribacchina
bubblemagnifiercrossmenuchevron-down