Polpette di spinaci (vegane e non)

polpette di spinaci square

Le polpette di spinaci sono un trucchetto che ho imparato nel tempo per mangiare gli spinaci e variare un po'. Perché a me, sinceramente, proprio non vogliono piacere al "naturale", ma li adoro in preparazioni come queste o le torte salate.

Le polpette hanno tantissimi vantaggi:

  • velocissime (provare per credere, basta un mixer e via)
  • svuota-frigo
  • vengono bene a chiunque, anche ai più imbranati in cucina

La ricetta è semplicissima, ma vi lascio qualche consiglio sugli strumenti che uso io in cucina.

polpette di spinaci cottura
polpette di spinaci square

La ricetta delle polpette di spinaci

Ingredienti

Per le polpette di spinaci vegane (e le alternative non veg): 

  • 250g di spinaci freschi
  • un panetto da 125g di tofu (non veg: ricotta o mozzarella)
  • 2 cucchiai di lievito alimentare (non veg: parmigiano)
  • 1 cucchiaio di semi di lino tritati o pangrattato
  • in base ai gusti, una piccola quantità di olive o di frutta secca tostata (ottime le nocciole)
  • olio extravergine d'oliva qb
  • sale e pepe qb

Procedimento

  1. Per prima cosa, cuocete gli spinaci in padella a fuoco medio-basso con coperchio (non è necessario aggiungere olio o altro).
  2. Una volta tiepidi, strizzateli bene in modo da eliminare l'acqua in eccesso.
  3. Mettete tutti gli ingredienti in un mixer e tritate il tutto fino ad ottenere un composto denso e dal colore acceso (si scurirà in cottura).
    Se non avete il mixer: potete sminuzzare il tutto e impastare in una ciotola, il risultato sarà più rustico ma comunque buonissimo
  4. Assaggiate ed aggiustate di sale, pepe e lievito/parmigiano in base ai vostri gusti. Io, ad esempio, non aggiungo sale dato che il lievito alimentare e le olive le rendono già saporite.
  5. Formate le vostre polpette di spinaci, disponetele in una teglia antiaderente o con carta forno e cuocetele a 180°C per circa 20 minuti (devono avere la crosticina fuori ed essere morbide dentro).

 Alcuni piccoli consigli che vi posso dare sono:

  • L'aggiunta di olive o frutta secca è facoltativo, dipende dai vostri gusti e permette di cambiare il sapore di volta in volta. Non esagerate però con la dose, dato che gli altri ingredienti rendono il composto già molto saporito. 
  • Se avete un microonde che preveda la cottura combinata, potete cuocere le polpette di spinaci tranquillamente in microonde, nel piatto apposito per circa 15-20 minuti. Questo ad esempio è il mio microonde e mi trovo benissimo!
  • Potete usare lo stesso impasto per preparare dei burger vegani.

polpette di spinaci piatto

Giada Fierabracci - Dietista non prescrittiva

Che bello averti qui

Sono Giada Fierabracci, dietista non prescrittiva con due anime: una da scienziata e una più umanistica. Nel lavoro queste due metà si intrecciano per ricostruire insieme il rapporto con il cibo e il corpo, libero dalle pressioni del mondo. Da qualche anno lavoro come libera professionista, per lo più online, con al fianco la mia assistente a quattro zampe Ellie

Chi sono

Vuoi fare un passo in più?

Ho preparato una raccolta di doni per te, dedicati al tuo rapporto con il cibo e il corpo. Che tu sia paziente o professionista, troverai nuovi sguardi e aiuti. Tra lezioni, pratiche guidate, romanzi e poesie... riscriveremo insieme la sfera del cibo e del corpo. Nel tuo mondo personale o professionale.

sbircia i doni

Post correlati

Perdite di controllo: capirle, capirsi, pendersi cura

Oggi parliamo di perdite di controllo nel cibo, un tema che mi sta molto a cuore e che torna spesso nello spazio di cura. Come riconoscerle? Che bisogni possono racchiudere? Quali attenzioni e passi terapeutici possono aiutare? Una cosa, come dietista, che ho imparato nel tempo è: ogni persona ha un'idea e un'esperienza diversa di […]

Leggi il post
Difficoltà ad ascoltarsi nel cibo: cultura della dieta, grassofobia ed eredità familiare

Oggi parto dalle parole che sono arrivate da una di voi, parole che tornano spesso anche negli spazi di cura insieme quando parliamo di cultura della dieta. Quindi ho pensato fosse prezioso entrarci insieme. “Sono arrivata ad un punto in cui ho capito che devo ritrovare cosa mi fa stare bene nel cibo. Ma non […]

Leggi il post
come sulla pelle - una lettera dedicata alle storie che ci portiamo dentro su cibo e corpo - come sulla pelle - una lettera dedicata alle storie che ci portiamo dentro su cibo e corpo - Un tea insieme. Parole su cibo e corpo

"Come sulla pelle", una lettera dedicata alle storie che ci portiamo dentro su cibo e corpo

Due volte al mese, ti scrivo raccontando esperienze, conoscenze scientifiche, strumenti pratici ed ispirazioni. Partiamo dalle storie, quelle che ci entrano dentro e che sentiamo addosso, come sulla pelle. Per andare sempre più in profondità nel tuo rapporto con il cibo e il corpo.

Dice Hillman “Le parole sono come cuscini: quando sono disposte nel modo giusto alleviano il dolore”. Una newsletter, quella insieme, in cui parola dopo parola le storie diventano finestre: per avvicinarci, conoscerci, prenderci cura.

Vuoi prendere questo tea insieme?

Una lettera, da me per te

Una newsletter da leggere con un tea caldo, al risveglio, come ultima coccola della settimana per ritrovare un rapporto nel cibo e nel corpo sempre più consapevole, sereno, libero.

iscriviti alla newsletter

Sono Giada, dietista non prescrittiva con due anime: una da scienziata e una più umanistica. Nel lavoro queste due metà si intrecciano per ricostruire insieme il rapporto con il cibo e il corpo, libero dalle pressioni del mondo.

info@giadafierabracci.com
© 2024 Giada Fierabracci - Dietista Nutrizionista Online | Ordine TSRM PSTRP n.81 | PIVA 01942600493
Privacy Policy & Notice | Aggiorna preferenze cookie | Termini e condizioni
Web design Miel Café Design | Foto Giui e Deerspensa | Brand identity Giulia Son | SEO La Scribacchina
bubblemagnifiercrossmenuchevron-down