Ciclo ormonale e immagine corporea: come cambia il rapporto con il corpo durante il ciclo?

Ciclo ormonale e immagine corporea

Hai presente quei giorni in cui proprio non ti senti a tuo agio davanti allo specchio, in cui preferisci qualche vestito comodo e magari un film in tranquillità sul divano. Spesso queste sensazioni si legano al ciclo ormonale, cambiando in base alla fase che stai vivendo.

Conoscere come il ciclo ormonale influenza il tuo rapporto con il corpo è prezioso, perché ti aiuta a capire il perché di tanti cambiamenti fisici ed emotivi, i bisogni che ci sono dietro e come prendertene cura.

Insieme in questo articolo capiamo insieme passo dopo passo tutto questo.

Le fasi del ciclo ormonale in breve

Il ciclo ormonale femminile ha una durata media di 28 giorni, ma può variare un po’ in modo del tutto personale. Inizia con il primo giorno di mestruazioni e termina con le mestruazioni successive.

Idealmente il ciclo può essere diviso in due fasi caratterizzate da un quadro ormonale molto diverso:

  • la fase follicolare o per semplicità post-mestruale, che va dal primo giorno di mestruazioni al giorno dell’ovulazione
  • la fase luteinica o per semplicità pre-mestruale, che va dal giorno dell’ovulazione a quello dell’inizio delle mestruazioni successive

Mentre nella fase post-mestruale i livelli di estrogeni, un ormone sessuale femminile, sono molto alti. Ma in corrispondenza dell’ovulazione il tutto cambia. Ecco che quindi nelle due settimane pre-mestruali i livelli di estrogeni scendono velocemente e si alzano i valori di un altro ormone sessuale, il progesterone.

Riassumendo:

  • la fase post-mestruale ha alti livelli di estrogeni
  • la fase pre-mestruale ha bassi livelli di estrogeni e alti livelli di progesterone

Com’è il rapporto con il corpo nel periodo post-mestruale

Il periodo che segue le mestruazioni, fino all’ovulazione, porta con sé livelli alti di estrogeni. Questo si trasforma in un generale senso di maggior benessere:

  • più energie fisiche
  • tono dell’umore più alto
  • maggior voglia di stare con le altre persone
  • stimoli di fame e sazietà più moderati e quindi spesso facili da ascoltare

E questo si riflette anche nella percezione di sé e del proprio corpo, ossia nella propria immagine corporea.

In queste settimane il rapporto con il corpo è più positivo: ci si sente più leggerə, ci si vede meglio allo specchio… Spesso è quel momento in cui ci sentiamo di sperimentare con l’abbigliamento o il trucco. Di farci qualche coccola in più. Di esporci con un po’ più di sicurezza.

Come cambia l’immagine corporea prima delle mestruazioni

Durante l’ovulazione, che avviene a metà del ciclo ormonale, gli estrogeni si abbassano e aumenta il progesterone. Qui c’è un momento di cambiamento importante.

I bassi livelli di estrogeni portano in generale un maggior appesantimento e una maggior chiusura verso l’interno:

  • minori energie fisiche
  • tono dell’umore più basso e contemplativo
  • poca voglia di stare in situazioni sociali, ricercando più facilmente momenti per sé
  • aumento della fame e delle voglie improvvise, a causa di un cambiamento nell’energia di cui il corpo ha bisogno e nel suo modo di gestire i nutrienti prima delle mestruazioni (di cui abbiamo parlato in questo articolo dedicato)

Questo si riflette anche nella propria immagine corporea.

Nelle settimane prima delle mestruazioni il rapporto con il corpo tende ad essere meno positivo: ci si sente più appesantitə, ci si vede peggio allo specchio, si tenda  a sentire il bisogno di coprirci di più e attirare meno l’attenzione…

È il momento della chiusura verso di sé, del silenzio intimo, della comodità, dei ritmi lenti, del darsi i propri spazi e i propri luoghi sicuri. Anche nel rapporto con il corpo.

Questi cambiamenti, sollecitati dal setting ormonale di questa fase del ciclo, nascono da un intrecciarsi di fattori fisici ed emotivi: il maggior gonfiore addominale, l’aumento naturale del peso, il tono dell’umore più bassi, le minor energie…

Perché è così importante prendere consapevolezza del ciclo ormonale

Perché ci tengo così tanto a condividere con te i cambiamenti nel rapporto con il corpo che vivi legati al ciclo ormonale?

Per normalizzare e alleggerire, così che non ti allontanino dal tuo star bene. Mi spiego meglio.

Il periodo pre-mestruale è molto intenso da vivere per quanto riguarda il rapporto con il cibo e il corpo:

  • più fame e più voglie, per un vero e proprio bisogno biologico del corpo, possono portare la sensazione di eccedere
  • l’aumento di peso e il gonfiore, naturali in questa fase, possono far nascere il pensiero che siano il risultato di non fare abbastanza dal punto di vista dello stile di vita
  • il tutto è appesantito da un’immagine corporea meno positiva in questo periodo

Questo mix di pensieri e sensazioni mi vedo peggio - il peso cambia - mangio di più e in modo diverso possono essere il click che fa nascere il bisogno di (ri)iniziare una nuova dieta restrittiva. Per cambiare la propria alimentazione e il proprio corpo.

Prendere consapevolezza che queste sensazioni sono naturali, passeggere e capire da dove nascono è prezioso per:

  • evitare che tutto questo trascini nel loop delle diete
  • imparare ad ascoltare e assecondare di più i propri bisogni in questo periodo del mese, invece che controllarli il più possibile
  • vivere con più serenità e gentilezza verso se stessə le fluttuazioni che il ciclo ormonale porta con sé

Per professionistə, puoi approfondire con: 

Poromaa IS, et al. (2014). Menstrual cycle influence on cognitive function and emotion processing—from a reproductive perspective.
Soares CN, et al. (2008). Reproductive hormone sensitivity and risk for depression across the female life cycle: A continuum of vulnerability?
Sundström Poromaa I, et al. (2014). Menstrual cycle influence on cognitive function and emotion processing — from a reproductive perspective. DOI:
Teixeira AL, et al. (2013). Association between different phases of menstrual cycle and body image measures of perceived size, ideal size, and body dissatisfaction.

Giada Fierabracci - Dietista non prescrittiva

Che bello averti qui

Sono Giada Fierabracci, dietista non prescrittiva con due anime: una da scienziata e una più umanistica. Nel lavoro queste due metà si intrecciano per ricostruire insieme il rapporto con il cibo e il corpo, libero dalle pressioni del mondo. Da qualche anno lavoro come libera professionista, per lo più online, con al fianco la mia assistente a quattro zampe Ellie

Chi sono

Vuoi fare un passo in più?

Ho preparato una raccolta di doni per te, dedicati al tuo rapporto con il cibo e il corpo. Che tu sia paziente o professionista, troverai nuovi sguardi e aiuti. Tra lezioni, pratiche guidate, romanzi e poesie... riscriveremo insieme la sfera del cibo e del corpo. Nel tuo mondo personale o professionale.

sbircia i doni

Post correlati

Perdite di controllo: capirle, capirsi, pendersi cura

Oggi parliamo di perdite di controllo nel cibo, un tema che mi sta molto a cuore e che torna spesso nello spazio di cura. Come riconoscerle? Che bisogni possono racchiudere? Quali attenzioni e passi terapeutici possono aiutare? Una cosa, come dietista, che ho imparato nel tempo è: ogni persona ha un'idea e un'esperienza diversa di […]

Leggi il post
Difficoltà ad ascoltarsi nel cibo: cultura della dieta, grassofobia ed eredità familiare

Oggi parto dalle parole che sono arrivate da una di voi, parole che tornano spesso anche negli spazi di cura insieme quando parliamo di cultura della dieta. Quindi ho pensato fosse prezioso entrarci insieme. “Sono arrivata ad un punto in cui ho capito che devo ritrovare cosa mi fa stare bene nel cibo. Ma non […]

Leggi il post
come sulla pelle - una lettera dedicata alle storie che ci portiamo dentro su cibo e corpo - come sulla pelle - una lettera dedicata alle storie che ci portiamo dentro su cibo e corpo - Un tea insieme. Parole su cibo e corpo

"Come sulla pelle", una lettera dedicata alle storie che ci portiamo dentro su cibo e corpo

Due volte al mese, ti scrivo raccontando esperienze, conoscenze scientifiche, strumenti pratici ed ispirazioni. Partiamo dalle storie, quelle che ci entrano dentro e che sentiamo addosso, come sulla pelle. Per andare sempre più in profondità nel tuo rapporto con il cibo e il corpo.

Dice Hillman “Le parole sono come cuscini: quando sono disposte nel modo giusto alleviano il dolore”. Una newsletter, quella insieme, in cui parola dopo parola le storie diventano finestre: per avvicinarci, conoscerci, prenderci cura.

Vuoi prendere questo tea insieme?

Una lettera, da me per te

Una newsletter da leggere con un tea caldo, al risveglio, come ultima coccola della settimana per ritrovare un rapporto nel cibo e nel corpo sempre più consapevole, sereno, libero.

iscriviti alla newsletter

Sono Giada, dietista non prescrittiva con due anime: una da scienziata e una più umanistica. Nel lavoro queste due metà si intrecciano per ricostruire insieme il rapporto con il cibo e il corpo, libero dalle pressioni del mondo.

info@giadafierabracci.com
© 2024 Giada Fierabracci - Dietista Nutrizionista Online | Ordine TSRM PSTRP n.81 | PIVA 01942600493
Privacy Policy & Notice | Aggiorna preferenze cookie | Termini e condizioni
Web design Miel Café Design | Foto Giui e Deerspensa | Brand identity Giulia Son | SEO La Scribacchina
bubblemagnifiercrossmenuchevron-down