Le attenzioni da avere a tavola per gestire occhiaie e borse

occhiaie

Oggi parliamo di un argomento un po’ più leggero, le tanto antipatiche occhiaie.

Io sono una portatrice sana di occhiaie fin da piccola, niente borse ma tante occhiaie… ma perché una dietista dovrebbe parlarvene?

Ve lo ripeto ogni giorno e continuerò a farlo: nutrirsi vuol dire prendersi cura di sé.

Parlando di alimentazione equilibrata, pensiamo subito agli effetti più importanti come la salute cardiovascolare, metabolica, la longevità e cosi via. Eppure, un’alimentazione curata influenza davvero tutto il nostro corpo, anche piccoli “dettagli” come la bellezza della pelle, la ritenzione idrica, e sì, anche le occhiaie.

Ed ecco perché oggi voglio parlarne un po’ con voi, proprio come se fossimo al bar a berci un tea tutte insieme.

Sapete davvero cosa sono le occhiaie?

Le occhiaie sono degli aloni scuri sotto gli occhi, causati da un problema circolatorio dei capillari circostanti o da un’iperpigmentazione della pelle del contorno occhi. Ben diverse sono invece le cosiddette borse, un rigonfiamento del contorno occhi di solito causato da ristagno di liquidi, aumento del tessuto grasso in questa zona e minore elasticità della pelle.

Le cause delle occhiaie possono essere varie e, spesso, più fattori si combinano insieme a renderci la vita ancora più difficile. Le cause più comuni sono fattori genetici e/o legati allo stile di vita come stress, poco sonno, disturbi infiammatori o allergici.

Ultima, ma non per importanza (anzi…), un’alimentazione squilibrata può causare o aggravare il problema occhiaie e borse.

A cosa stare attente per ridurre borse e occhiaie?

1. Un buon apporto di ferro e vitamina B12

Ferro e vitamina B12 sono fondamentali per la produzione e il funzionamento dei globuli rossi.

Una loro carenza può portare ad anemia, la quale tra i sintomi ha proprio una colorazione scura del contorno occhi.

La vitamina B12 si trova bene o male in tutti i prodotti di origine animale (carne, latticini, uova…) e deve sempre essere integrata in chi ha un’alimentazione vegetariana/vegana.
Il ferro si trova in moltissimi alimenti, ma una fonte molto buona sono le verdure a foglia verde come gli spinaci, la bietola, la rucola

2. La giusta dose di vitamina K

Senza la giusta dose di vitamina K, eventuali rotture dei capillari tendono a non rigenerarsi velocemente e questo può portare ad un aumento della pigmentazione della zona del contorno occhi.

Buone fonti di vitamina K sono le verdure a foglia verde, molti tipi di cavoli, frutti come i kiwi, i mirtilli, le prugne e l’uva.

3. Dieta ricca di vitamina C

La vitamina C è fondamentale per prevenire eventuali rotture delle pareti dei vasi sanguigni.

Come abbiamo detto, la zona del contorno occhi è particolarmente ricca di capillari per cui è davvero importante che siano resistenti.

La vitamina C si trova in tantissimi vegetali, come gli agrumi, i kiwi, le fragole, l’ananas, i broccoli, i peperoni, i pomodori, la rucola

4. Non esagerare con il sale

Una dieta davvero ricca di sale aumenta il ristagno di liquidi, anche a livello del contorno occhi. Questo può peggiorare la situazione occhiaie e, in particolare, la presenza di borse.

Di solito un eccesso di sale è dato dai prodotti confezionati più che da quello usato per condire e cucinare, cercate quindi di prestarci attenzione.

5. Bere bere bere

Idratarsi a dovere (né troppo poco né troppo, non è necessario farsi fuori taniche di acqua come si vede fare ultimamente in rete…) aiuta ad eliminare gli eccessi dal nostro corpo, tra cui il sale, e favorisce la corretta circolazione.

Questo aiuta a ridurre sia le occhiaie che le borse.

6. Non eccedere con alcol e caffè

Entrambi in alte dosi favoriscono la disidratazione della pelle e, di conseguenza, ne peggiorano l’aspetto generale.

Una dose raccomandata di caffè è non più di 5 tazzine di espresso al giorno.

7. Verificare eventuali allergie, intolleranze o patologie

Molte allergie alimentari hanno, tra i vari sintomi, un aumento della pigmentazione del contorno occhi.

Questo capita anche con altre condizioni, come ad esempio un malfunzionamento della tiroide.

Vale sempre la pena, quindi, fare un check periodico per valutare la salute generale.

8. Non trascurare lo stile di vita

Oltre ad avere queste accortezze a tavola, lo stile di vita ha davvero un ruolo principe nella cura della pelle, ivi comprese le occhiaie e le borse.
In parole povere, inutile stare attente al sale per prevenire le borse se poi dormite 3 ore a notte.

So che gli impegni sono molti ed è davvero difficile avere lo stile di vita che in teoria vorremmo, ma cercate di regalarvi qualche piccola attenzione.

Cercate di dormire almeno 7-8 ore a notte, fate un po’ di movimento e prendete le giuste precauzioni quando vi esponete al sole.

Credo che sia davvero bello ogni tanto fermarsi a pensare a quanto ciò che mangiamo sia importante per il nostro benessere, al di là della prevenzione e del trattamento di molte patologie.

Virginia Woolf disse “Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene se non ha mangiato bene” ed è proprio così. Nutrirci in modo consapevole e serenamente libero è davvero il più bel regalo che possiamo farci. E pensare che invece il cibo ci mette così tanta ansia…

È stato davvero bello parlare con voi con un po’ di leggerezza oggi 💓

A presto e un grande abbraccio
– Giada

Torna su