Lavoro da casa e alimentazione per donne reali con una vita impegnata

lavoro da casa

Ha un lavoro da casa… Che fortuna… Pensa che pacchia…

Sicura al 100% che l’avete pensato almeno una volta.

Poi, però, “tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare” e, iniziando a lavorare da casa, vi siete accorte che tutta questa libertà non è sempre semplice da gestire.

Le routine cambiano completamente e la cura di voi stesse è uno dei primi punti che ne risente, compresa l’alimentazione.

I motivi sono tanti:

  • avete la dispensa sempre a disposizione (dolce tentazione)
  • avete così tante cose da fare e nessuna vera regola, finendo per sacrificare il momento del pasto
  • gestite molto più difficilmente le emozioni

Vi insegno quindi delle tecniche che possono aiutarvi concretamente a trovare il vostro equilibrio tra lavoro da casa e alimentazione.

Let’s start!

1. Organizzate la vostra giornata

Questo punto può sembrare banale nella teoria e difficile nella pratica. Eppure, è fondamentale.

Se siete lavoratrici, mamme e tutto-fare, vi assicuro che la qualità della vostra vita farà un salto enorme imparando ad organizzare la vostra giornata. Questo è utile non solo in situazione covid-19, ma in ogni momento della vita.

Come fare?

Ci sono diverse tecniche e modi per organizzare la propria giornata.

Il mio consiglio è di iniziare stabilendo una scaletta oraria della giornata.

Ad esempio:

6.30-7.00 sveglia e momento per voi
7.00-8.00 yoga
8.00-9.00 colazione con la famiglia
9.00-12.00 lavoro
12.00-14.00 pausa pranzo
14.00-18.00 lavoro
18.00-19.00 faccende
19.00-21 cena con la famiglia
21.00-22.30 relax post cena

Solo così vi ritaglierete dei momenti per voi stesse e per il cibo senza il senso di colpa dovuto al “Dovrei lavorare… Ho troppe cose da fare”.

2. Create una routine

Il vostro corpo è abitudinario. Se ripetete la stessa cosa ogni giorno, lui imparerà ogni gesto a che momento della giornata è collegato.

Questo vale anche con l’alimentazione.

Create una piccola routine del pasto: chiudete il pc, mettete della musica, chiamate i bambini ad aiutarvi a pasticciare in cucina, rilassatevi davanti alla tv qualche minuto, via i piatti e lavoro.

Insomma, trovate il rituale che più vi si addice e ripetetelo ogni giorno.

Il vostro corpo imparerà che chiudere il pc+musica+bambini vuol dire pausa pranzo e staccherà completamente dai mille pensieri del lavoro.

3. Non mangiate lavorando

Questo punto l’avete sentito e risentito. Beh, una volta in più può solo aiutare!

Non – mangiate – davanti – al – PC.

Se avete organizzato la vostra giornata (punto 1), avrete ritagliato 30-60 minuti per una pausa pranzo e 10-20 minuti per gli snack.

Il vostro cervello non è multi-tasking come voi.

Se lavorate durante il pasto, lui si concentrerà sul lavoro e non avrete la percezione del cibo, delle quantità, dei sapori.

In più, quando staccherete qualche minuto per recuperare, proprio perché per il vostro cervello quel pasto non è esistito, sgranocchierete qualcosa dalla dispensa … oltre il pranzo.

4. Fate delle pause

Altra brutta abitudine di quando si lavora da casa è non staccare mai.

Immergersi davanti al PC dopo pranzo e riemergere che fuori è buio. Prendete l’abitudine di fare delle pause.

Attenzione! Fare una pausa non vuol dire necessariamente fare uno snack!

Quello dipende da voi: Avete fame? Siete sempre sazie? Di cosa avete voglia?

Ma come fate a capire (sentire) queste cose, se non vi fermate un attimo? Non potete.

Io, per esempio, il 99% delle volte ho fame. Il mio compagno, invece, quasi mai e preferisce bersi un buon tea o dell’acqua fresca. Va benissimo in entrambi i casi, dipende da voi!

5. Tenete pronti gli snack

Anche questo consiglio è sentito e risentito. Beh, voglio darvi una variante diversa.

Tenete a portata di dispensa gli snack di cui avete più voglia.
Ebbene sì, niente parola sani o light.

Non ha assolutamente senso avere il frigo pieno di carote, finocchi, hummus e yogurt se a voi non piacciono.

Avete fame? Allora una carota non aiuta.
È fame emotiva? Allora mangiare non aiuta, che sia una carota o meno.

Piuttosto, tenete sempre a portata le cose di cui avete più voglia.

Per me ad esempio sono pane, noci, mandorle, banane, avocado…

Perché da dietista vi do questo consiglio?

  1. Gli snack della vostra giornata sono un momento di ricarica, fisica e mentale, non l’ennesimo momento di frustrazione contemplando la foto dei biscotti mentre sgranocchiate una carota.
  2. Se avete voglia di biscotti finirete comunque per mangiarli, dopo cena, oltre allo snack. Allora perché non concedersi 2 o 3 biscotti come merenda insieme ad un caffè o un tea mentre guardate fuori dalla finestra e staccate da tutto per 10 minuti?

6. Cucinare può essere un piacere

Essere tuttofare tra figli, lavoro, casa e se stesse, significa avere giornate piene di impegni. Un consiglio prezioso è, quindi, quello di rendere i vostri impegni (dove possibile) un piacere.

Il cucinare per esempio!

Potete mettere della musica, un audio libro, oppure pasticciare con i vostri piccoli. Insomma, potete rendere questo momento un modo per staccare e svagarvi invece che l’ennesimo impegno stressante.

7. Preparate in anticipo

Se, invece, cucinare non vi va giù, il meal prep è un buon compromesso.

Potete preparare i pasti in anticipo, così da ottimizzare tempo e pentole, e godervi a pieno le vostre pause durante la settimana lavorativa.

Se, come me, siete incuriosite dal meal prep ma non avete nessuna intenzione di passare la domenica pomeriggio a cucinare, qui vi ho spiegato la tecnica di meal prep che ho perfezionato negli anni.

8. Fate una buona spesa

Io già le vedo quelle dispense vuote e l’uso del jolly pasta al pomodoro, o al tonno per le più audaci.

Quello che spesso succede per chi, come noi, lavora da casa, è di farci prendere così tanto dai mille impegni da trascurare le cose “meno importanti”, come il fare la spesa.

Purtroppo, però, se il nostro frigo è vuoto 1-2 giorni a settimana, il risultato sono 100 giorni l’anno passati a mangiare pasta al tonno.Vista così ha un altro peso vero?

Anche qui, se come me pensate che fare la spesa sia un’enorme (forse la più grande) scocciatura, fate la spesa online comodamente da casa.
Qui ho riunito qualche trucchetto da dietista per scegliere i prodotti anche tramite uno schermo.

Et voilà!

Potranno sembrarvi banali come consigli. Invece vi assicuro che li ho testati su me stessa e vi cambiano la qualità della vita.

Quando ho iniziato a lavorare da casa, i miei pasti erano tutti insalatona/pasta + PC no stop 9-20 e mille pensieri sul lavoro ad ogni ora della giornata.

Ora riesco davvero a godermi i lati positivi (che sono molti e bellissimi) del lavoro da casa, senza trascurare me stessa e la mia alimentazione.

Quali sono i punti più critici per voi?
Scrivetelo nei commenti o nella pagina Facebook della nostra community e vi aiuterò a superarli
😊

A presto
Giada

Torna su