Il mio ragù di lenticchie

Vegano
Senza Latte
Senza Glutine

Il ragù di lenticchie per me è un vero e proprio comfort food.

Mi sa di casa, famiglia, coccole. 

Grazie alle lenticchie, è un piatto completo. 

Come tutti i simil-ragù, si mettono gli ingredienti in pentola e ci si dimentica della sua esistenza per una mezz’ora. Quindi è davvero una ricetta comoda da fare quando non si ha il tempo per stare ai fornelli ma non si vuole ripiegare sulla classica insalata + formaggio/affettato/inscatolato.

Io vi consiglio di prepararne qualche porzione in più e congelarlo porzionato in dei contenitori di plastica/vetro. Io faccio sempre così, in modo da avere il piano B (e che piano B!) nei giorni in cui sarò di corsa o sarò stanchissima e senza nessuna voglia di mettermi ai fornelli.

Adesso vediamo la ricetta insieme, nulla di complicato, ma ormai lo sapete: io sono per il poca spesa massima resa 🙂

Let’s start!

La ricetta del ragù di lenticchie

Ingredienti

Queste sono le quantità medie per una persona, ma sentitevi liberi di aumentare o diminuire in base al vostro stomaco e al numero degli ospiti 🙂

  • 50g di lenticchie rosse secche, vanno bene anche verdi o inscatolate, ma le lenticchie rosse secche sono le migliori per questa ricetta 🙂
  • 100ml circa di salsa di pomodoro
  • acqua
  • trito per soffritto (cipolla, sedano, carota)
  • sale e pepe
  • olio

Procedimento

  1. Se utilizzate delle lenticchie secche, ammollatele in acqua per qualche ora, altrimenti saltate al punto 2 😉
  2. In una pentola abbastanza capiente, mettete un filo d’olio e fate dorare leggermente del trito per soffritto. Di solito si utilizzano cipolla, carota e sedano tagliati finemente.
    Potete però:
    a) usare quello che avete in casa (solo cipolla per esempio)
    b) usare un mix per soffritto congelato comprato o preparato da voi
    c) saltare direttamente questo passaggio
  3. Quando il trito è dorato, versate in padella le lenticchie ben sgocciolate, la salsa di pomodoro, sale e pepe
  4. Aggiungete un bicchiere d’acqua, portate ad ebollizione e fate cuocere a fuoco basso per almeno una mezz’oretta.
    Come tutti i ragù et simili, più cuoce più è buono 😉
A sto punto, buon appetito direi!
 
PS. Potete sostituire la pasta con del pane tostato. Mettete le fette sul fondo del piatto e le ricoprite col sugo. Provare per credere!

L'abbinamento perfetto per il ragù di lenticchie

Una porzione di pasta condita col ragù di lenticchie è un piatto completo

  • i legumi sono un’ottima fonte di proteine (un “secondo piatto”)
  • la pasta è una fonte di carboidrati
  • l’olio d’oliva ci fornisce grassi

Cosa manca?
Un bel piatto di verdura a parte e il pasto è completo e bilanciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su