Fertilità: oggi parliamo di vitamina D

fertilità vitamina d

Con le mie pazienti presto molta attenzione alla vitamina D.
Questo perché questa vitamina è fondamentale per la fertilità femminile.

Se siete delle giovani donne all’ascolto e state sognando una gravidanza, questo articolo è dedicato a voi 🙂 

Vediamo insieme perché questa vitamina è cosi importante, come capire se c’è una carenza e, soprattutto, come assumerne a sufficienza.

Cosa è davvero la vitamina D?

La vitamina D è una delle cosiddette vitamine liposolubili.

Perché è importante saperlo?

Le vitamine liposolubili (A,D,E,K) riescono ad accumularsi nel tessuto grasso del nostro corpo (infatti liposolubili significa proprio solubili nei lipidi).

Quindi il nostro corpo riesce a creare delle piccole riserve di queste vitamine, a differenza di quelle idro-solubili i cui “eccessi” vengono eliminati con urina e sudore.

Come capire se c’è una carenza?

A partire dalla sua forma iniziale, la vitamina D subisce una serie di cambiamenti molecolari all’interno del nostro corpo per essere trasformata nella molecola finale, la sola utilizzabile dall’organismo.

Proprio per questo, se il vostro medico ve ne prescrive il dosaggio, nei risultati non troverete scritto “vitamina D”, bensì 25-OH-D. Questa molecola non è altro che una delle sue forme intermedie. Quella che meglio si presta ad essere quantificata.

In base alla sua concentrazione nel sangue, può essere quindi stabilita la presenza o meno di una carenza di vitamina D.

livelli vitamina d
Fonte valori di riferimento: Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA)

La vitamina D è coinvolta in tantissimi processi.

Forse avrete già sentito parlare della sua importanza nel metabolismo osseo, ma questa è solo una piccola parte. Una sua carenza è stata infatti correlata ad un maggior rischio di malattie cardiache, diabete, sclerosi multipla, depressione..

Insomma, una molecola così piccola e che spesso passa inosservata può avere un grande effetto sulla nostra salute.

Non solo. Almeno metà delle donne (spesso senza saperlo) ne sono carenti!

Perché la vitamina D influenza la nostra fertilità?

Ebbene sì, questa vitamina è fondamentale anche per la fertilità della donna (in realtà anche per la qualità degli spermatozoi 😉).

Seppur sia ormai chiaro l’impatto di una sua carenza sui livelli di fertilità, come davvero agisca questa vitamina è ancora oggetto di studio.

I meccanismi più supportati sono due:

  1. La vitamina D è fondamentale per il metabolismo del calcio, il quale a sua volta è direttamente coinvolto nella sfera della fertilità.
  2. La vitamina D è molto importante per il funzionamento della “redox pathway”, ossia l’insieme di reazioni che contrastano la presenza di radicali liberi.

    Probabilmente avrete sentito parlare di radicali liberi in merito all’invecchiamento. In realtà, essi hanno effetti ben più gravi perché riescono a danneggiare le cellule ed i tessuti del nostro corpo. Possono, ad esempio, alimentare vere e proprie infiammazioni.

Fortunatamente, ormai sappiamo quanto sia importante tenere d’occhio questa vitamina nella donna. Questo vale sempre, ma merita un’attenzione particolare quando si desidera un concepimento.

Come assumere abbastanza vitamina D?

Ora che sappiamo come riconoscere un’eventuale carenza ed abbiamo capito perché questa vitamina è così importante..

..non ci resta che vedere come assumerla 🙂

Stile di vita

Forse non lo sapete, ma la vitamina D è chiamata anche “vitamina del sole”.

Ebbene sì, noi siamo in grado di produrla semplicemente esponendoci al sole. Infatti, solo il 10% circa proviene dalla dieta.

C’è un però: dobbiamo esporci al sole.

Spesso le giornate volano tra ufficio, casa, palestra e brutto tempo. Insomma, spesso senza farci caso non vediamo il sole quanto servirebbe (o non lo vediamo affatto, vi capisco!).

Quindi la regola #1 pro-vitamina D è:
dedicatevi qualche minuto al giorno (basta meno di un’ora) all’aria aperta per fare scorta di vitamina D.

Può essere l’occasione per fare una passeggiata, leggere un libro, fare del giardinaggio o semplicemente abbronzarsi.

Come ormai sapete, il nostro corpo può creare delle riserve di questa vitamina. Quindi del sole extra con la bella stagione potrà aiutarvi durante l’inverno.

Alimentazione

Seppur lo stile di vita la fa da padrone, ci sono degli alimenti che contengono vitamina D.

Questi alimenti sono il pesce (aringa, salmone, sardina..), il tuorlo d’uovo, i latticini come yogurt e latte vaccino (ne servirebbe però più di 1 litro al giorno…) e alcuni tipi di funghi.

Fatta eccezione per l’olio di fegato di merluzzo, però, la quantità contenuta è davvero minima.

Per questo, le Linee Guida indicano come fonti affidabili solo l’esposizione al sole e, se necessaria, l’integrazione.

Integrazione

Esistono tantissimi integratori di vitamina D, anche 100% vegetali.
A questo link potete trovarne un elenco, sia per bambini che per adulti.

Mi raccomando però!

L’integrazione va iniziata solo dopo aver fatto gli esami del sangue ed aver verificato col medico che sia davvero necessaria.

La propria fertilità è un mondo intimo e delicato per ogni donna. Ci sono tanti aspetti da considerare e tante piccole attenzioni che, insieme, possono fare la differenza. 

Nel tempo vedremo insieme quelle legate alla nutrizione 🙂

Intanto sappiate che sono qui per e con voi, per ogni vostro dubbio o domanda.

Dedicate un momento a voi stesse, magari con un buon tea ❤️

A presto,
Giada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su