Emicrania e rimedi naturali: quali funzionano davvero?

emicrania rimedi

In caso di emicrania, i rimedi naturali possono dare davvero una mano…

… se si scelgono quelli giusti.

Purtroppo sul web se ne legge di ogni, ma la verità è che molte delle soluzioni “magiche e naturali” che vengono proposte non hanno nessuna base scientifica.

So che quando un problema così importante non si risolve, si può pensare “Io ci provo, tanto cosa ho da perdere?”. Invece, senza volerlo, si può fare davvero danno. 

Naturale non vuol dire innocuo, ricordatevelo sempre 

Vediamo quindi insieme quali rimedi naturali sono davvero efficaci e sicuri contro l’emicrania e quali, invece, hanno bisogno di essere studiati ancora un po’. 😉

Emicrania e rimedi: l'importanza dell'intestino

Ebbene sì, la salute dell’intestino può influenzare la frequenza delle emicranie.

So che può sembrare strano, ma in realtà nel nostro corpo esiste una via diretta di comunicazione tra il cervello e l’intestino, chiamato proprio asse intestino-cervello. Ne abbiamo parlato meglio in questo articolo sulla felicità.

Condizioni che causano uno squilibrio a livello intestinale e un’alterazione della flora batterica, posso quindi interferire con questa comunicazione e peggiorare le crisi emicraniche.

In particolare, condizioni che possono avere questo effetto sono:

  • Gastroparesi, una malattia molto particolare in cui si ha la paralisi di una parte dello stomaco e, per questo, una digestione gastrica molto più lenta
  • Sindrome dell’intestino irritabile o colon irritabile, in cui si hanno problemi a livello intestinale (dolore, stipsi, diarrea..) per cause sia fisiche che psicologiche
  • Malattie infiammatorie croniche intestinali (IBD), come la malattia di Chron e la rettocolite ulcerosa
  • Celiachia, se non trattata con attenzione con una dieta senza glutine

Se, quindi, soffrite di una di queste condizioni e avete episodi di emicranie vi consiglio di parlarne con il vostro medico. I due problemi potrebbero essere collegati e maggiori attenzioni al benessere intestinale potrebbero migliorare davvero molto la situazione emicranie.

Per tutti voi che soffrite di emicranie, invece, mi raccomando: prestate intenzione all’equilibrio intestinale che, come abbiamo visto, può davvero incidere sulla vostra situazione. Curate la qualità dell’alimentazione (vi lascio questo articolo per saperne di più), bevete, fate movimento e prestate un occhio alla frequenza delle evacuazioni.

Emicrania e rimedi: quali integratori naturali funzionano

Nel tempo sono stati studiati molti approcci alternativi per prevenire e diminuire l’intensità delle crisi emicraniche. Sarebbero utili ulteriori studi perché alcuni dati sono ancora deboli e contrastanti, ma alcuni spunti utili ci sono.

Vediamo quindi insieme quegli integratori o sostanze naturali che, in modo più significativo, aiutano nella gestione delle emicranie.

Magnesio

Forse non sai che spesso chi soffre di emicranie presenta bassi livelli di magnesio. In più, alcuni studi hanno mostrato che l’uso del magnesio può aiutare a prevenire le crisi. Il perché è legato al fatto che il magnesio è fondamentale per il corretto funzionamento delle funzioni del sistema nervoso e del cervello.

Vi consiglio quindi, se non lo avete ancora fatto, di controllare i livelli di magnesio nelle prossime analisi del sangue e di valutare con il vostro medico una sua integrazione.

Riboflavina o vitamina B2

La vitamina B2 è importantissima per la produzione di energia nel nostro corpo. È spesso carente in chi soffre di emicranie e, in più, essendo una vitamina idrosolubile (cioè si scioglie in acqua), il nostro corpo non è capace di creare delle vere e proprie riserve.

Dopo qualche settimana di integrazione con alte dosi di vitamina B2, molto spesso la frequenza e la durata delle emicranie diminuisce.

Anche qui, vi consiglio di cuore di parlarne con il vostro medico. È davvero importante capire se può essere la strada giusta per voi e trovare la dose perfetta. No al fai-da-te quando si parla di salute!

Caffeina, zenzero e calcio

Queste sostanze sono un “ni” in caso di emicranie.

Alcuni studi mostrano effetti positivi se assunte regolarmente e nelle giuste dosi, ma i dati sono ancora pochi per poterle consigliare con “validità scientifica”.

In particolare:

  • La caffeina sembra peggiorare le emicranie se assunta troppo o troppo spesso (insomma, date un occhio a quanti caffè al giorno bevete). Allo stesso tempo, una piccola dose di caffeina sembra aiutare nel momento dell’insorgenza dell’emicrania.
  • Per quanto riguarda lo zenzero, 1 cucchiaino di zenzero in polvere al giorno sembra aiutare nella prevenzione delle emicranie, mentre una piccola dose sembra mitigare la crisi all’esordio.
  • Il calcio è invece coinvolto in tantissime funzioni all’interno del corpo, tra le quali la regolazione dei livelli di magnesio. Bassi livelli di calcio sembrerebbero peggiorare le crisi emicraniche e una sua integrazione potrebbe avere effetti positivi.

Insomma, come avete visto ci sono un po’ troppi “forse” per consigliare queste soluzioni naturali, ma qualche dato che fa ben sperare c’è e molto probabilmente nei prossimi anni si avranno finalmente informazioni più sicure.

Ebbene, ad oggi questi sono i rimedi naturali davvero efficaci. Io spero tanto che alcuni di questi possano aiutarvi, nel loro piccolo, a gestire un problema così invalidante.

Ricordatevi sempre, però, che in caso di emicranie è bene agire su più fronti:

  • terapie farmacologiche
  • rimedi naturali
  • stile di vita
  • alimentazione (abbiamo parlato proprio di alimenti triggers e sicuri nell’ultimo articolo sul tema emicrania 🙂 )

Un grande abbraccio e a presto
– Giada

Torna su